Le tre fasi del panchakarma

Dopo aver descritto il trattamento disintossicante del Panchakarma vediamo più da vicino come il Centro Ayurveda Maharishi La Nuova Terra struttura le fasi del trattamento:

1.Pre-trattamento:
Poiché le impurità o tossine sono depositate, anche da lungo tempo soprattutto nel tessuto adiposo, il Panchakarma inizia con una terapia d’oliazione interna chiamata Snehapana che dura da 3 a 5 giorni. Dopo una giornata di riposo, in cui si applica anche la fomentazione (Swedana), grazie all’effetto di un buon lassativo naturale (olio di ricino-Virechana), si avrà un’efficace eliminazione delle tossine convogliate nell’intestino.

2.Trattamento al Centro:
In questa fase si ricevono piacevoli massaggi a quattro mani (Abhyanga, Vishes, Udvartana, Pizichilli, ecc.), terapie con delicate saune erbalizzate (Swedana) ed altre che precedono le fasi di gentile pulizia intestinale eseguite con leggeri clisteri equilibranti.

3.Post-trattamento:
Alla fine del trattamento di Panchakarma tornati a casa si dovrà:

  • Continuare a seguire un’alimentazione leggera, digeribile e fatta di cibi cotti e caldi.
  • Evitare di riprendere l’attività sportiva per 3/5/7 giorni (uguale al numero dei giorni di Panchakarma).
  • Trascorso questo periodo riprendere l’alimentazione e le attività consuete congradualità cercando di mettere in pratica i consigli dietetici appresi durante le consultazioni con il medico.

Ayurveda

L’Ayurveda, la “Scienza della Vita”, ha origine migliaia di anni fa nel sub-continente indiano, dall’Antica Civiltà Vedica. Si tratta semplicemente di medicina tradizionale che però si può considerare il più antico sistema naturale per la cura e il benessere del corpo e della mente.

E’ il maestro Maharishi Mahesh Yogi, in collaborazione con i maggiori esperti Ayurvedici, all’inizio degli anni Ottanta, a riportare l’Ayurveda al suo splendore originario. Per questo motivo l’approccio ayurvedico nella sua forma più pura e completa è oggi conosciuto come “Ayurveda Maharishi”.

Si tratta di conoscenze mediche tramandate da tempi immemorabili, non solamente orientate alla cura della malattia ma soprattutto a un modo di vita che promuove salute e longevità, correggendo i sottili squilibri del corpo, prima che si manifestino come fenomeni patologici.

Tali conoscenze sono giunte a noi grazie alle famiglie dei Vaidya (medici ayurvedici indiani) che hanno preservato e tramandato fedelmente le formulazioni dei preparati ayurvedici, che oggi possono essere confezionati sulla base degli Antichi Testi Vedici, non discostandosi dalle pazienti e raffinatissime metodologie tradizionali.

La scienza naturale-olistica considera l’Uomo un Universo, composto da corpo, mente, anima (microcosmo) inseparabilmente connesso all’intera esistenza cosmica (macrocosmo).

L’Ayurveda contempla tutti gli aspetti del benessere degli esseri viventi, quello fisico, quello psichico e quello spirituale, perchè la vita umana è composta tanto da organi di senso quanto da mente e anima.

L’Ayurveda ci ricorda che l’armonia e l’equilibrio delle persone non possono essere separati da quelli della comunità in cui vivono, da quello della Natura, da quello dell’Universo, perché la Natura vibra in noi e noi vibriamo in essa.